LLAMANOS 34 91 535 89 90

Come servire il vino.

Il vino deve essere presentato nei migliori dei modi e servito con razionalità per gustarlo meglio ed è per questo che esiste un vero e proprio galateo per il corretto servizio a tavola.

Cultura del vino | 2015-09-20 22:39:49


I vini imbottigliati da molti anni e conservati in cantina faranno sicuramente un po' di deposito, quindi prima di servirli, si dovranno lasciare uno o due giorni diritti per far sì che il deposito vada a finire interamente nel fondo e comunque vanno portati a tavola a mano in un paniere; oppure si potranno travasare.

I vini bianchi e rosati vanno portati in tavola dentro a dei secchielli con tovagliolo e sottopiatto.

Durante un pranzo molto importante le bottiglie non devono rimanere sulla tavola, ma essere deposte in un tavolino accanto.   

Il vino che portiamo in tavola non deve essere stato appena acquistato poiché dovrà  essere tenuto una settimana in cantina buia e ventilata in modo da raggiungere una temperatura fresca.
 
Non si deve tenere il vino in frigo per tantissimo tempo, perché potrebbe deteriorarsi il sapore.
 
Se il clima è caldo dovrebbero essere serviti vini più leggeri e freschi.   

Il bicchiere del vino non deve mai essere riempito fino all'orlo, ma va riempito per i 2/3 della sua capacità (1 bottiglia = 8 commensali) e di solito, per vedere meglio il suo colore, deve essere  di vetro trasparente o di cristallo.  

I bicchieri del vino bianco devono essere ritirati subito dopo aver servito il vino successivo e se il bicchiere non è vuoto va chiesto il permesso al commensale.

I bicchieri del vino rosso devono essere ritirati al momento del caffè; dopo di esso potranno rimanere in tavola solo quelli d'acqua per non ingombrare la tavola.

La bottiglia va sempre presentata alla sinistra del commensale e servita a destra e prima di tutto vanno servite le signore.

    • Cargando...
    • Cargando...
    • Cargando...